Fomula #2 – Fairy + Farina di Guar

Questa preparazione è la nostra preferita, la dimensione delle bolle è molto soddisfacente considerando la bassa complessità e velocità di preparazione nonché la facilità con cui potete reperire tutti gli ingredienti.

Questa ricetta è una interpretazione dalla Basic Guar Recipe che si trova sul Soap Bubble Wiki, per molti è diventata una delle ricette più affidabili e facili da utilizzare, come potete vedere in questo video:

Ricette con la Farina di Guar ce ne sono tante e dovrete fare alcuni esperimenti per ottenere il liquido che fa al vostro clima (umidità, temperatura…)

Dai nostri esperimenti abbiamo notato che la viscosità non è direttamente proporzionale alla dimensione della bolla. Sembra che il PH della soluzione sia molto più importante.

Un’altra importante risorsa per quanto riguarda le bolle di sapone è la sezione dedicata alle bolle giganti di Wayne Scmidth’s This and That dove potete trovare un’analisi davvero approfondita sulle ricette più famose. È stato dalle sue ricerche che abbiamo appreso l’utilizzo del mixer per la preparazione (invece che miscelare tutto a mano)

Di nuovo mi sono perso in chiacchiere… adesso si, ecco a voi la Formula #2 con il Fairy e la Gomma di Guar

Ingredienti per preparare 1 litro di soluzione per bolle giganti con la farina di Guar:

  • 1.5 gr circa di Gomma di Guar (utilizzando i misurini noi stiamo utilizzando 1/2tsp)
  • 40gr di Fairy Lemon
  • 1 lt. Acqua di rubinetto
  • 10ml di alcool isopropilico
  • Correttore di PH – ( 0,5 gr Acido Citrico + 1 gr Bicarbonato di Sodio)

La proporzione di sapone varia per una quantità di motivi che non mi metterò a spiegare in questo post, dovete provare con rapporti acqua:sapone da 13:1 a 35:1. Noi abbiamo provato con una soluzione 16:1 ma era troppo densa e le bolle non venivano molto belle. Abbiamo quindi deciso di optare per una soluzione 23:1 con buoni risultati ed è la ricetta che vi presentiamo oggi 🙂

Per calcolare il rapporto abbiamo utilizzato questa utilissima applicazione web: CalculatorSoup -> Ratio Calculator

Anche per quanto riguarda la gomma di Guar le quantità sono difficili da definire giacché, fattori come la provenienza e i gusti personali giocano un fattore decisivo. In alcuni forum si parla di rapporti che vanno dai 0 ai 3 grammi (oppure da 1/8tsp a 1/2 heapping tsp) e anche qui bisogna provare, quindi, se non avete molta pazienza vi consiglio caldamente di trovarvi un hobby diverso.

Preparazione:

Iniziamo con la preparazione della sospensione di farina di guar in alcool etilico. Anche se questo passaggio potrebbe essere ovviato e potete preparare la miscela aggiungendo la farina di guar direttamente all’acqua o viceversa. L’utilizzo dell’alcool facilita il processo perché la farina di Guar s’idrata molto velocemente e se ci sono dei grumi… dovete ripartire da capo.

Una volta preparata la sospensione di alcool e farina di guar, aggiungete parte de l’acqua e mischiate il tutto con una bacchetta il più velocemente possibile. Dopo, dobbiamo semplicemente aggiungere questo concentrato al resto dell’acqua.

mixing_alcohol_and_guar

mixing_guar+water+water

Adesso è l’ora di misurare il sapone, facile, ma serve una bilancia. Misurare a occhio è rischioso, la tolleranza è quasi nulla e anche se questa particolare formula è molto accondiscendente con gli errori di misurazione è buono farsi l’abitudine di misurare accuratamente ogni cosa così da poter ripetere nel futuro i risultati.

So di stare utilizzando una bilancia di cucina che avrà un margine di errore di +/- 5-10gr, ma per adesso ho solo questa… meglio di niente.

44grams-of-fairy

Ci siamo quasi, adesso non ci resta che aggiungere il sapone alla preparazione e correggere il PH (che è una cosa fondamentale). Ci sono tante preparazioni online che utilizzano la polvere da forno o lievito chimico (Baking Powder) che principalmente è bicarbonato di sodio e cremor tartaro. Noi preferiamo utilizzare il bicarbonato di sodio e l’acido citrico.

Quindi, aggiungete 1 gramo di bicarbonato di sodio e 0,5gr di acido citrico.

Mischiate tutto per bene e la vostra micella è pronta!

Fatela riposare una ventina di minuti prima di utilizzarla e divertitevi 🙂

 

 

 

17 thoughts on “Fomula #2 – Fairy + Farina di Guar”

    • Ciao Mauricio, scusami se non avevo finito la ricetta, adesso è completa 🙂
      Abbiamo anche notato che tutto è più semplice da realizzare se prepari batch più grandi, infatti questa ricetta è una riduzione di quella di 4 litri che di solito prepariamo, ma se hai modo di misurare con discreta precisione non dovresti avere problemi. Come dicevo, la formula è piuttosto flessibile. Se hai dubbi puoi sempre contattarci 🙂

      Reply
  1. Rinnovo i complimenti!
    Ho visto a Berlino una ricetta che oltre a questi ingredienti aggiungevano amido di mais o fecola di patate…
    Cosa cambia?
    Grazie ancora!

    Reply
  2. Per favore, gentile mio omonimo Roberto, potrebbe dirmi o darmi qualche suggerimento: cosa sto sbagliando nella preparazione della formula per il suo liquido per bolle di sapone Farina di Guar+Fairy? Dopo un'esperienza velleitaria, estremamente infelice e sprecata di sostanze approssimative ho capito che occorre rigore attento e ho seguito la sua formula con rigore (che il sito Soapbubble.wika.com dice essere la miscela adatta a "bubbles of any size"). Ho diluito gli ingredienti in un rapporto di 1:20 detersivo/acqua, sulla base della sua esperienza 1:23, citata sul suo sito. Ecco, il risultato è stato "nessuna bolla" (ho provato bolle piccole, con una cannuccia e anche una bottiglia di plastica tagliata sotto, senza più base): gr. 400 Fairy/ 8 litri di acqua (1 litro di acqua = 1000 grammi, se non sbaglio). Il risultato è una lamina assolutamente inconsistente e precaria (durata: un secondo o due). Cosa sto sbagliando? Crede che debba recuperare il liquido già realizzato con altre quantità di componenti da lei suggerite? Ho sbagliato tutto senza capire? Inoltre, sa dirmi come eliminare liquidi molto saponosi e "sbagliati" senza danneggiare inutilmente l'ambiente con prodotti saponosi? Grazie tante davvero se può consigliarmi come recuperare il liquido Guar+Fairy, che evidentemente ho sbagliato, ma non so il perché; saluti, Roberto.

    Reply
    • Ciao Roberto, sono sinceramente dispiaciuto che la formula non stia funzionando, capisco quanto possa essere frustrante. (Oh! quanto ti capisco!)
      Leggendo il tuo caso l'unica cosa che mi viene in mente è la qualità dell'acqua (troppo dura forse?) nelle tue zone o che ci sia qualcosa di errato nella maniera come hai misurato gli ingredienti (Per esempio, io uso 40gr di Fairy per ogni litro d'acqua, quindi, 8 Litri dovrebbero corrispondere a 320gr di sapone)
      Io sinceramente non faccio più di 5 litri ogni volta e fin'ora non ho riscontrato nessun problema.
      E' molto importante avere una buona microbilancia (precisione di al meno un centesimo di grammo ), io uso esattamente questa: https://goo.gl/2KWWLk e funziona discretamente.
      Devi anche considerare la temperatura dell'aria e l'umidità. Io non ho mai provato d'inverno ma adesso che mi hai messo il dubbio forse preparo un litro oggi e ti faccio sapere il risultato.

      Reply
  3. Grazie Roberto, provo a sperimentare allora l'aggiunta di un prodotto che riduca la durezza dell'acqua, aggiungo poi 0,80 grammi di detersivo Fairy Professional Original manuale (non per lavastoviglie) P&G, che in Usa si chiama diversamente, per raggiungere 40 grammi di detersivo ogni litro di acqua del rubinetto (non demineralizzata, vero? Oppure essendo l'acqua toscana dura, occorrerebbe l'acqua distillata, senza dover aggiungere prodotti chimici che non conosco, ma che esistono sicuramente, lo guarderò dal sito Usa?); sulle quantità sono stato molto attento, usando una bilancia di precisione che adoperavo per il peso/francobollo di una lettera. Speriamo bene, perché ottenere un liquido che funziona è una grande soddisfazione, mentre quando la bolla fa "flop" o non produce lamine saponose, perfino, dopo tanto lavoro è davvero frustrante, e si ha il sofferto impulso di comprare il liquido "industriale". Per quanto riguarda l'eliminazione dei rifiuti inquinanti, forse ogni Centro di Raccolta Rifiuti ha tale servizio… Grazie di nuovo e cerco di informarti se ho gioito o patito del risultato, e dire "mi sono venute le bolle!" in questo caso sarebbe propizio.

    Reply
  4. Scusa ancora Roberto, se allestisci 5 litri di liquido usando le quantità che hai indicato sul sito, a prescindere dal detersivo della cui quantità proporzionale ad un litro di acqua mi hai già fornito la misura, e ottenendo gratificazione di risultato; avendo io utilizzato 8 litri di acqua per le stesse sostanze di base da te utilizzate (farina di Guar, alcool isopropilico, acido citrico, bicarbonato…, escluso il detersivo che ho già integrato/aggiunto) allora debbo integrare (in proporzione) le sostanze corrispondenti ai tre litri di acqua mancanti rispetto alle tue abitudini di quantità di acqua, 5 litri rispetto ai miei 8, altrimenti il mio liquido è carente di sostanze rispetto al tuo. Cioè, tu hai ottenuto risultati propizi con quelle quantità sostanze/acqua. A questo punto forse occorrerebbero delle quantità espresse ancora in termini di sostanze/litro… Pensi sia corretta la considerazione? Quindi, per ogni litro di acqua occorrerebbero, credo, 2 ml. di alcool isopropilico, per sciogliere 0,3 grammi di Gomma (o farina, altrimenti detta) di Guar, 0,1 grammo di Acido citrico e 20 decigrammi di bicarbonato di sodio. E' corretto tutto ciò? Le sostanze sono quelle? FARINA di Guar, detersivo FAIRY indicato sopra…. Grazie, ciao.

    Reply
  5. Ho ottenuto qualche successo, debbo però ancora provare e riprovare. Gli 8 litri che avevo allestito avevano una densità simile alla bava di una lumaca, con ogni rispetto per la lumaca, con striature dentro al liquido di densità diversa. Ne ho prelevato un pentolino è l'ho messo sul fuoco, riscaldandolo fino a temperatura elevata (ma non ha bollito). Vi ho poi aggiunto un poco di detersivo (era opportuno che provassi dopo il solo calore, senza altre aggiunte comunque) e ha funzionato. Ho incrementato poi alcune sostanze, aggiungendo progressivamente un poco di gomma di Guar ancora (rispetto al liquido base da correggere), ancora una punta di bicarbonato e una punta di acido citrico, ho aggiunto poi poca glicerina, poi ancora detersivo …. e mi sembra abbia funzionato meno, diventando le bolle più fragili. Fra l'altro mi ha sorpreso sapere, se non sbaglio, che più si diluisce il sapone, più lo spessore della bolla aumenta e i colori diventano più belli, sembrandomi la cosa controintuitiva… Ne ho di liquido per le prove, ora….! 8 litri…; faccio o aggiungo una cosa, mi fermo e provo le bolle, prendendo nota di sostanza/esito; aggiungo, mi fermo, provo e prendo nota. Una strana mescolanza di procedura scientifica con appunti di lavoro e intuizione…grazie, saluti.

    Reply
    • Sono contento che la cosa stia iniziando a funzionare. Io generalmente preparo la soluzione 24ore prima.
      Per quanto riguarda l'alcohol, sinceramente non lo misuro così meticolosamente, mi serve principalmente per fare una sospensione della farina di guar per evitare grumi.
      La procedura abituale per preparare i 5ltr è:
      1) Metto il guar in un recipiente
      2) Ci metto alcool quanto basta per creare la sospensione, agito un po'…
      3) Misuro il sapone e lo tengo pronto
      4) Metto l'acqua in un secchio
      5) Prendo un trapano con la frusta miscellatore (https://goo.gl/KpHTxN) e lo metto nel secchielloo con l'acqua mentre aggiungo il guar
      6) Appena il guar è "diluito" inizio ad aggiungere il sapone, mischio tutto per un minuto o meno
      7) Aggiungo il Bicarbonati/Acido Citrico e mischio un po meglio
      8) Lascio riposare per al meno 2-3ore (a volte lo preparo un giorno prima)
      9) Faccio bolle 🙂
      Non essendo un chimico e non avendo ancora un misuratore di PH no ti so dire se l'incremento di Acido Citrico + Bicarbonato è lineare aumentando la quantità del batch.
      Io la glicerina non l'ho mai utilizzata in aggiunta quindi non so cosa dirti.
      Tieni in considerazione che se la temperatura ambientale è troppo bassa potresti avere dei problemi.
      Ieri stavo per preparare un batch di un litro solo per provare ma ho un raffreddore bestiale e non vorrei giocare con acqua e all'aperto ma la curiosità mi uccide… ci provo a pranzo e ti faccio sapere 🙂

      Reply
  6. Roberto, tante grazie d'avvero, scusami, ma credo di aver fatto tanta confusione e forse averne procurata a chi eventualmente mi legge….Per questo ti facevo quelle domande sull'integrazione delle sostanze… Non verificare nulla oggi e sprecare tempo, è tutta "roba mia". Primo errore: ho sbagliato pensando che la formula da te indicata dovesse essere abbondantemente diluita opzionalmente. Errore! Sono invece le quantità che corrispondono ad un litro di acqua e basta. Per questo le bolle non venivano fuori. Secondo errore: ho interpretato male le indicazioni della bilancia. Ho ora piena consapevolezza di cosa significhi "Per prova ed errore (orrore)". Un ringraziamento e un saluto a te e a tutti i bollofili. P.S. Ho integrato e ora vengono, anche sulla mano bagnata….

    Reply
  7. Volevo ringraziare e salutare Roberto e coloro che avessero letto le mie confuse comunicazioni precedenti (ma intensamente esperienziali) con una ricetta di liquido per bolle di Magopaolo tratta dal suo libro "Bolle di sapone" (lo cito per dovere di riconoscenza e apprezzamento). Pensate, ha funzionato! Passavo grandi bolle da una mano all'altra…. Che emozione, dopo i miei errori e orrori dei giorni precedenti, nonostante i generosi consigli di Roberto! Mi hai dato una grande mano anche tu, Roberto, alla preparazione della presente formula perché ho rettificato il PH con le tue indicazioni di acido citrico e bicarbonato di sodio.
    Io ho fatto così. Ingredienti: 975 millilitri (quasi un litro) di acqua del rubinetto; 2,5 grammi di colla da parati (ne ho una che si chiama Metylan Normal della Henkel), 100 millilitri di detersivo piatti (l'originale sul libro è espresso in litri, quindi…quale detergente ho Fairy Professional Original, c'è l'immagine sul presente sito di Roberto, credo sia un detergente apprezzato, della P&G), 50 millilitri di glicerina vegetale (ancora, l'originale è espresso in litri, quindi…), grammi 0,5 di acido citrico, 1 grammo di bicarbonato di sodio (Roberto docet). Sono questi i componenti finali di circa un litro finale di liquido per bolle, e non deve essere ulteriormente diluito (come ho fatto io, sbagliando, è quello…). Dunque, sul libro la procedura è spiegata un poco diversamente, e a dire il vero non ho capito bene, mea culpa, ma io ho fatto così: nella glicerina vegetale ho disciolto la colla, mescolando piano e a lungo, vi ho aggiunto poi dell'acqua tratta dai 975 millilitri, quanto basta, in libertà, e poi ho unito la mistura all'acqua residua che ho versato in una pentola. Necessita una pentola da disporre sul fuoco perché il liquido deve essere riscaldato, non bollito, spegnendo ad una temperatura da poterci ancora mettere la mano dentro. Prima di mettere la pentola sul fuoco aggiungere acido citrico e bicarbonato di sodio. Tutte le operazioni vanno eseguite mescolando a lungo con gesto delicato. E' ovviamente necessario aspettare che il liquido finale si raffreddi, prima di usarlo, e probabilmente sarebbero meglio lunghe ore, per consentire ai componenti di amalgamarsi in profondità. Io l'ho usata subito appena fredda (l'impazienza di provare…) e ha funzionato, comunque. Roberto, con la tua esperienza, rettificherai le eventuali manovre errate, se vorrai. Sul libro di Magopaolo si dice a pagina 12: "Pensate che nella mia "ricetta" ci sono circa 15 ingredienti …." Con la ricetta che condivido sopra ce ne sono 6. Domanda straziante: quali sono gli altri 9 ingredienti (certamente conseguenti all'esperienza/ricerca del Mago)? Anche tu, Roberto, esponi in altra pagina del sito altre formule ed altri ingredienti, ma 15 tutti insieme…. Roberto, certamente se trovo altro lo condividerò, tu lo stai lodevolmente e generosamente facendo, grazie!… E se Magopaolo volesse mai svelare ai lettori del sito…… Saluti a te, Roberto e a tutti. Se mi fai sapere come migliorare la formula, magari aggiungendo un decimo elemento che sai tu, mi fai piacere, per rendere le bolle definitivamente "plasticate".

    Reply
  8. ciao Roberto vorrei farti una domanda , rapporto 13:1 cosa vuol dire che metto 13 bicchieri di acqua ad esempio i bicchierini di plastica per caffè e uno di quest'ultimo deve essere di detersivo? dico bene

    Reply
  9. Ciao a tutti.

    Se ho ben capito la scelta del tetersivo è fondamentale quindi vi chiedo come distinguo il Fairy Professional Original a mano da quello per lavastoviglie?

    Grazie Roberto!

    Reply
  10. Ciao a tutti

    Mi sembra di capire che la scelta del tetersivo è fondamentale, e dopo una lunga ricerca su internet ho un dubbio:
    Come distinguo il Fairy Professional Original manuale da quello per lavastoviglie?

    Reply

Leave a Reply to Marco Facincani Cancel reply